Life Sedi.port.sil

Progetto di recupero di SEDImenti derivanti dal dragaggio PORTuale e produzione di SILicio

LIFE+ Politica e governanza ambientale

Il programma LIFE+ finanzia progetti che contribuiscono allo sviluppo e all'attuazione della politica e del diritto in materia ambientale. Questo programma facilita in particolare l'integrazione delle questioni ambientali nelle altre politiche e, in linea più generale, contribuisce allo sviluppo sostenibile. Il programma LIFE+ Politica e governanza ambientale sostituisce una serie di strumenti finanziari dedicati all'ambiente, fra i quali il precedente programma LIFE. Esso co-finanzia progetti innovativi o dimostrativi che contribuiscono all’implementazione della politica Europea in materia ambientale e lo sviliuppo di idee, tecnologie, metodi e strumenti innovativi. Esso contibuisce anche al monitoraggio di pressioni (compreso anche il monitoraggio a lungo termine delle foreste e delle interazioni ambientali) sull’ambiente. Il progetto SEDI.PORT. SIL intende dimostrare l’efficienza delle ormai consolidate tecnologie di trattamento affiancate con l’innovativa tecnica volta al riciclo e alla valorizzazione dei sedimenti di dragaggio del porto, che possono essere considerati un importante risorsa piuttosto che un rifiuto pericoloso.

Da una prospettiva tecnica, il progetto propone un ciclo integrato di azioni da applicare ai sedimenti (ed in parallelo alle acque) subito dopo il dragaggio, che riduce l’impatto ambientale e massimizza la percentuale di materiale idoneo da riciclare. Sedimenti decontaminati possono essere considerati materiale grezzo riutilizzabile nel settore delle infrastrutture e dell’ingegneria ambientale. Inoltre viene studiato il possibile utilizzo di sedimenti inquinati attraverso l’estrazione di silicio metallurgico di elevato valore commerciale.

Uno studio pilota sarà sviluppato per prima cosa su alcuni campioni di sedimenti dragati nel porto di Ravenna, Italia.

In seguito sarà valutata l’applicabilità di tale processo a livello regionale e analizzata la possibilità di replicabilità in altri contesti europei, tra cui il porto di Midia in Romania.

Lo scopo finale è di sviluppare le linee guida per il sedimenti trattati e per il riutilizzo dei materiali grezzi, inoltre valutare la fattibilità e sostenibilità per la realizzazione di un impianto di trattamento da prevedersi nel porto di Ravenna.