Il Progetto

Il progetto Life SEDI.PORT.SIL

Obiettivi del progetto

Il progetto SEDI.PORT.SIL. è stato concepito per dimostrare la gestione sostenibile dei sedimenti dragati dai porti mediante un approccio integrato.

Si intende dimostrare l’efficienza di consolidate tecnologie di trattamento accoppiate con innovative tecniche mirate al riciclo e alla valorizzazione dei sedimenti dragati dai bacini portuali, che possono quindi essere considerati un importante risorsa piuttosto che un rifiuto pericoloso.

Dal punto di vista tecnico, il progetto propone un ciclo integrato da applicare ai sedimenti (ed acque associate) direttamente a seguito delle attività di dragaggio, al fine di ridurre gli impatti ambientali e massimizzare il materiale riciclabile. I sedimenti contaminati possono essere impiegati come materia prima nel settore infrastrutturale e nell’ingegneria ambientale. Inoltre, il progetto indaga l’uso di sedimenti inquinati come materia prima per l’estrazione di silicio di grado metallurgico. Dapprima, alcuni campioni di sedimento dragati dal Porto di Ravenna (Italia) sono trattati mediante un impianto pilota. Successivamente è studiata l’applicabilità del processo a scala regionale e valutata la replicabilità in un differente contesto Europeo (porto di Midia, Romania). L’obiettivo finale è lo sviluppo di linee guida per il trattamento dei sedimenti, il riuso come materie prime e la valutazione della sostenibilità per la realizzazione dell’impianto di trattamento nel Porto di Ravenna.

Risultati attesi
  • Dimostrazione dell'efficienza dei processi di trattamento applicati ai sedimenti inquinati (soil washing) e alle relative acque (pump&treat) del Porto di Ravenna;
  • Dimostrazione dell'efficienza e produttività dell'estrazione del silicio di grado metallurgico dai sedimenti contaminati attraverso il trattamento al plasma. Questo processo è altamente innovativo, considerando che fino ad ora non è mai stato applicato a sedimenti contaminati di tipo marino;
  • Identificazione e pianificazione dei migliori possibili riusi dei sedimenti decontaminati e del silicio estratto;
  • Dimostrazione dell'efficienza della torcia al plasma per la decontaminazione della frazione più fine del sedimento dragato (diametro di 25÷150 µ);
  • Creazione di un Business e Master Plan per definire la realizzazione di un impianto di trattamento nel Porto di Ravenna;
  • Valutazione della ripetibilità del processo in un differente contesto geografico ed amministrativo in Europa;
  • Incremento della consapevolezza in merito allo sviluppo sostenibile indagato dal progetto.